CHI LAVORA A DISTANZA VUOLE CONTROLLO O RESPONSABILITA’?

Anche se prevale ancora l’idea di voler controllare il dipendente, la produttività (soprattutto se a distanza) aumenta se gli si conferisce autonomia e responsabilità e questo è il fine del Coaching per gli smart workers.

lo Smart Working funziona solo se c’è un Team Leader capace in primis delegare compiti, in secundis di creare momenti di lavoro comune all’interno dei quali misurarsi con le proprie risorse, motivarle e creare sinergia.

Tu stai responsabilizzando o controllando i tuoi dipendenti a distanza?

QUALI SONO I BISOGNI DEI TUOI CLIENTI IN QUESTO MOMENTO?

Forse la cosa più immediata e semplice è quella di porre a te stesso questa domanda.

Che bisogno avverto in questo momento?

Si proprio tu, ora, come persona di cosa senti il bisogno, tra supporto morale, sostegno materiale, fiducia, speranza…?

E in veste di cliente, visto che anche tu compri prodotti e servizi o sei iscritto, abbonato, sponsor di qualcosa, cosa ti piacerebbe che ti desse il tuo “fornitore”?

Dai, ora prova a farlo tu per i tuoi clienti seguendo almeno il punto della scaletta sottostante.

  • Identifica un bisogno (in comune e per cercare delle risposte insieme)

Dal mio punto di vista, in questo momento, una community deve servire a:

  • creare unità,
  • risolvere problemi,
  • offrire nuove soluzioni
  • far incontrare (virtualmente) le persone”

✔️Non chiederti cosa la community può fare per te, chiediti cosa tu puoi fare per la community (JFK) ✔️

 Qual è il bisogno che hai individuato per la tua community di clienti?

 

 

I 5 PASSAGGI PRINCIPALI PER CREARE UNA COMMUNITY ONLINE

Lo sapevi che fin dai tempi antichi, gli esseri umani hanno organizzato la loro vita in gruppi più o meno grandi❓

Famiglia, lavoro, chiesa, scuole.

Tutti viviamo all’interno di community con le quali condividiamo status sociali, legami affettivi o semplicemente interessi.

Le community fanno parte quindi della nostra natura organizzativa.

Oggi, con la situazione che stiamo vivendo, con la diffusione della rete e dei social media, le community hanno assunto una fisionomia differente, più fluida, meno compatta e allo stesso tempo più immediata.

Ma quali sono le tecniche o le attività da svolgere per creare una community online?

Vediamo insieme cinque step da poter applicare in qualsiasi contesto📍

  1. Scegli un luogo (online meetup, forum, social… e un domani offline per esempio meeting)
  2. Definisci i temi da trattare (e ciò che ti differenzia da altre community analoghe)
  3. Stabilisci i valori della Community (perché esserci? Cosa dare e aspettarsi?)
  4. Progetta e immetti dei contenuti (di qualità ma anche di quantità)
  5. Lavora sull’engagement e le interazioni (dall’alto, dal basso, tra i membri) e modera

Quale di questi punti hai già definito?

IN QUESTO MOMENTO LE PERSONE HANNO BISOGNO DI NON SENTIRSI SOLE

Perché mai come in questo momento è importante creare una community (online)❓

A causa dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo aumenta il desiderio di fare Community (seppure, per ora, a distanza-online).

Siamo tutti nella stessa condizione e visto che siamo animali sociali, abbiamo bisogno di socialità.

Infatti si stanno attivando sistemi di condivisione e comunicazione da remoto, in maniera spontanea.

Non avere paura di condividere e ascoltare i tuoi clienti. Abbiamo bisogno gli uni del sostegno degli altri.

I clienti vogliono relazioni autentiche e desiderano connettersi con persone simili a loro. Troveranno comunque un modo per interagire con e tra loro.

Tu cosa stai facendo per e con i tuoi clienti (e per gli altri, in generale)?

COME PREDISPORSI AL CAMBIAMENTO?

Quando ci facevano studiare a scuola Charles Darwin, sembravano così lontane le sue, seppur affascinanti teorie, relative al fatto che la specie che sopravvive non è la più forte, ne la più intelligente ma quella più predisposta al CABIAMENTO.

Oggi ci troviamo a verificare se è davvero così e aggiungerei che oltre a dover saperci adattare in fretta al nuovo scenario dobbiamo riuscire a farlo all’interno di una Community, lavorativa, famigliare o sociale che sia.

Come si può fare nella pratica?

PERCHE’ CREARE UNA COMMUNITY? 

❓   

I giorni della vendita e del servizio tradizionale sono finiti

I clienti vogliono relazioni autentiche e desiderano connettersi con persone simili a loro.

Troveranno comunque un modo per interagire con tra loro.

La scelta è semplice.

Le aziende stanno per essere ridefinite dalle community e la domanda non è più “se” investire in una community ma “come” investire in una community

Cosa stai facendo?

Stai investendo nel costruire un ecosistema dove i tuoi clienti possono parlare con te e fra di loro?

O sei seduto a bordo strada e vuoi iniziare? ❓